domenica 25 gennaio 2015

Creative Commons License

Come ti calcolo tutti i numeri composti

Da oggi, comincerò a pubblicare parte dei miei studi sui numeri primi.
Per lo studio completo dell'argomento, ho dovuto introdurre una nuova formula che, a prima vista, sembra non servire a nulla, ma mano a mano che sono proseguito negli studi mi è stata molto utile.
Tale formula sfrutta il prodotto degli interi maggiori stretti di uno (cioè a partire da due) e risulta c = ( 2 * a - 1 ) * ( 2 * b - 1 ) per ogni (a,b)>1.
La coppia (a,b)=2 trova il primo dispari composto cioè c=9=((2*2)-1)*((2*2)-1).
Per ogni valore positivo intero di (a,b)>1 posso trovare solo ed esclusivamente un numero composto, mai un numero primo (1).
Non è possibile, o perlomeno per ora non ci sono mezzi, per trovare la posizione di ogni dispari composto, in quanto ci sono dei numeri che si possono esprimere come moltiplicazione di più valori. es 45 = 3 * 15 = 5 * 8 = 45


CASO PARTICOLARE:
Il caso più particolare e che dovrebbe far riflettere è il caso in cui (a,b)=(1,1).
c = 1 = (((2*1)-1)*((2*1)-1)) da (1) si evince che, siccome è possibile trovare come soluzione il valore 1 allora è dimostrato ulteriormente che 1 è un numero composto.






»»  Leggi tutto...»»  




domenica 11 gennaio 2015

Creative Commons License

Non è vimana tutto cio che vola

In risposta all'articolo apparso su Wired il 09/01/2015:

Ho trattato su questo blog l'argomento dei Vimana ed oopart, qualche tempo fa, più o meno in modo approfondito.
Il famoso Oopart menzionato all'inizio dell' articolo pubblicato sulla pagina Wired ( foto sotto ) può o non può
essere un aereo; per qualcuno è un pesce, per qualcuno è un aereo, dipende molto dal tipo di cultura che abbiamo; come per gli ufo:qualcuno scambia lanterne cinesi per ufo oppure boing per ufo triangolari, come ho descritto in questo articolo, pubblicato qualche anno fa.
Chi è totalmente scettico e non crede a nulla parte credendo e dicendo che può essere solo un pesce, chi è credulone crede solo che è un aereo vedendo ovunque complotti, e poi c'è chi usa spirito di critica.
Chi usa la critica non ci vede ne un aereo ne un pesce ma pensa. Esaminando la foto qui sotto
si può notare che, già nei geroglifici, appaiono disegni di macchine volanti, quindi non è proprio impossibile che l'oggetto mensionato su Wired ed esposto al museo dell'oro di Bogotà, sia un aereo. Successivamente l'artefatto dorato si potrà rivelare anche un pesce ma qualche dubbio è giusto che ci possa venire.
La notizia delle macchine volanti indiane non è cominciata nel 1959, quando venne pubblicato il libro Brihad Vimana Shastra, ma prima.
Già nel ramayana si parla di velivoli che riuscivano a passare da un continente all'altro, volando.
Nel libro a figure, pubblicato successivamente al Brihad Vimana Shastra, non è detto che le descrizioni dei diversi aeroplani (vimana), non hanno alcun senso dal punto di vista ingegneristico, perchè come ho spiegato in un mio pezzo, nello spazio, per spostarsi, non sono importanti dimensioni e forme. I vimana potrebbero essere stati benissimo velivoli per spostarsi nello spazio.
Nell'articolo di Wired viene menzionato anche il termine '' pseudoscienza '', per descrivere il funzionamento dei vari velivoli indiani, per me quest' aggettivo è quasi vezzeggiativo; non è giusto parlare di pseudoscienza quando ci sono cose che ancora non comprendiamo.
Per chiudere, finendo di leggere l'articolo apparso su Wired viene da domandarsi:
Se è un congresso scientifico, secondo canoni, la notizia presentata, non può essere una bufala a meno che non venga dimostrato il contrario.
Per definizione se è un congresso scientifico dovrebbero esser state fatte ricerche prima di proporre qualsiasi nuova scoperta.
I vimana, le antiche macchine volanti indiane, andavano a uranio e sono veramente esistite, come diche Theia Gaia nel suo blog:

'' Le profonde conoscenze matematiche avevano portato gli Hum ad esplorare lo spazio ed a sfruttarne le enormi potenzialità. La maggior parte della produzione alimentare era garantita da enormi fattorie poste nei punti di oscillazione orbitale col Sole, quelli che oggi chiamano Lagrange 4 e Lagrange 5, così come la totalità della produzione industriale era posta in enormi grotte poco sotto la superficie lunare.
Avamposti scientifici e colonie avevano appena iniziato a colonizzare il Sistema Solare con habitat artificiali simili a gigantesche girandole, mentre la Terra era diventata una unica riserva naturale in cui vivevano circa tre miliardi di persone.
Questa era la civiltà Hum prima della Catastrofe Infinita. ''

Se già ai tempi di hum si era già in grado di volare nello spazio, in quanto essi si erano già organizzati con habitat artificiali posti in luoghi strategici, i vimana potrebbero essere stati i loro velivoli che usavano per spostarsi e per usi commerciali.
Dalla citazione riportata dal blog '' L'altra faccia della luna '' gestito da Theia Gaia si può evincere che lo Spazio ( la nostra galassia ) era già terreno di conquiste per l'uomo già migliaia di anni fa quindi non è cosi fuori luogo parlare di velivoli indiani o Ooparts oppure strani disastri a comunità di grandi città sviluppate al pari delle nostre di oggi giorno ( vedi Moenjo daro ecc. )

Da Wired:
Gli ingegneri ansiosi di capire come funziona il Roopakarshanrahasya, il misterioso sistema radar degli antichi aviatori raccontato da Bodas, dovranno attendere.
Un'anticipazione?Gli antichi radar, mappavano la distorsione sincronica nel continuum elettromagnetico prodotta dal passaggio degli oggetti. Era un sistema totalmente passivo, che quindi non c'era l'emettitore come i nostri radar. Le antenne erano in pratica degli ecobrandini, ma questa è un'altra storia.






»»  Leggi tutto...»»  




mercoledì 24 dicembre 2014

Creative Commons License

Per lei...che ora non c'è più

Avrei voluto dirtelo,
avrei voluto sussurrartelo su un orecchio,
avrei voluto dimostrartelo,
avrei voluto trovare una scusa per rivederti,
avrei voluto divertirmi,
avrei voluto dirti
TI AMO
vola piccola mia dolce,
vola nel tuo universo di mondo,
porta i miei saluti a chi non è più a questo mondo.
»»  Leggi tutto...»»  




venerdì 19 dicembre 2014

Creative Commons License

Diritti e Sessualità

- Mi era stato chiesto un pezzo per una ricerca di scuola, poi nel tempo, Lucia (nome di fantasia)ha cambiato idea e visto che avevo cominciato il lavoro l'ho portato a termine; con questo non voglio difendere nessuno ne una parte ne l'altra, l'argomento è un pò spigoloso per qualcuno, ma vorrei comunque dire a tutti che sono felicemente eterosessuale -.


Il tabù ormai non esiste più, nella maggior parte dei film vengono mostrate scene di nudo o di sesso di tutti i tipi.
Fin dall'antichità sono sempre esistite varie tendenze sessuali, non sempre riconosciute, ma sempre perseguitate, basti pensare a quanti gay, lesbiche, transessuali ecc. sono stati sterminati nei campi di sterminio e non solo.
L'omosessualità è sempre stata vista come una malattia da curare (ancora oggi pseudomedici dicono che si può guarire dall'omosessualità, io a coloro i quali lo dicono toglierei ogni diritto, in quanto ignoranti (nel senso di non conoscere)), il soggetto pur essendosano, lucido, a volte anche geniale, veniva preso come un malato da emarginare.
Le varie tendenze sessuali nascono da qualche difetto a livello ormonale di alcune persone, ma non per questo andrebbero emarginate.
L'omosessualità è diffusa sia negli uomini che nelle donne. Nel genere femminile viene vista con meno clamore rispetto che nell'uomo.
L'uomo eterosessuale è visto come un soggetto più virile e la nostra società ci ha abituati a vedere questo soggetto come "normale", tutto il resto diverso.
Gli omosessuali, nella società odierna sono accettati da tutti, meno che da qualche ''stupido'' facente parte di frange estremiste legate ancora ai vecchi rancori storici (estremisti di destra che rimpiangono i tempio del fascismo e del nazismo dopo tutti gli eccidi che sono stati commessi ).
L'Uguaglianza Sessuale, è un diritto facente parte dei '' DIRITTI FONDAMENTALI DELL'UOMO '', per questo andrebbe rispettata.
Le scelte sessuali e non, di ognuno di noi, andrebbero rispettate, giuste o sbagliate che siano, anche perchè ognuno ha il libero arbitrio della propria vita.
LIBERTA', UGUAGLIANZA; FRATERNITA'.
»»  Leggi tutto...»»  




domenica 9 novembre 2014

Creative Commons License

Interstellar: emuleremo il film?


Questo pezzo non rappresenta un anticipazione del film, ma solo un breve istantedel nostro tempo per riflettere su un argomento di vitale importanza



Interstellar: l'uomo è pronto a emulare il film?
In questi giorni è uscito nelle sale dei cinema di tutta Italia, Interstellar.
La trama è molto bella, intrigata, a volte drammatica, i personaggi riescono a far emergere diversi concetti scientifici interessanti di cui tutti dovrebbero avere un'infarinatura.
Ai nostri giorni pensare di viaggiare nello spazio, come hanno fatto i protagonisti del film, è pura utopia; non perchè manchino le tecnologie necessarie, ma perchè ci sono ancora troppe persone legate al modo di pensare e vivere odierno, cellulari con giochi infantili, menefreghismo ecc., e nessuno, come un tempo succedeva, si sofferma più a vedere la spettacolarità degli astri in cielo.
Finchè ci saranno scontri interni e rivalità anche tra le parentele più strette, mai si riuscirà ad alzare il naso all'insù e urlare - PARTIAMOOO!!! -.
Finchè non considereremo gli abitanti della nostra Terra - Umanità - non potremmo ambire al sogno dello spazio.
tutte le nazioni del mondo si dovrebbero riunire in un'unico stato in modo da condividere conoscenze, tecnologie ecc. per far si che non ci siano più disparità.
Rivalità, disparità, guerre, capitalismo, schiavitù, dovranno essere solo un brutto ricordo, un capitolo di storia da studiare e risentire ai nostri figli, per non dimenticare.
La pace, la felicità, la condivisione, il rispetto, lo studio, il sapere, il lavoro ecc. dovranno essere alla base dell'unione dell'Umanità. Dovremmo diventare un tutt'uno e riunire ogni sforzo fisico, mentale, psicologico, e tutto ciò che ci servirà per vivere lassù, perch+ l'umanità è destinata a nascere sulla terra, ma a morire altrove.
Così facendo, tutti diventemo figli delle stelle e nelle stelle torneremo; perchè noi siamo fatti della stessa sostanza delle stelle.
»»  Leggi tutto...»»  




martedì 28 ottobre 2014

Creative Commons License

CO2 - Introduzione agli studi -

L'anidride carbonica ( o biossido di carbonio) è un ossido acido formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno(figura al lato).
Il loro legame è molto stretto.
Elemento fondamentale per la vita sulla terra, grazie all'anidride carbonica ( effetto serra ), la Terra, riesce a mantenere una temperatura ideale, per il proseguo della vita.
In chimica,l'anidride carbonica, viene rappresentata con la sigla CO2, da ora la chiameremo in questo modo.
La CO2, con il passare dei millenni, non è mai stata ad un livello costante, a volte è stata troppo bassa, come nell'ultima era glaciale quando la concentrazione di CO2 era di 180ppm ( parti per milione ), a volte è stata molto più alta.
Prima della rivoluzione industriale la concentrazione di CO2 sull'atmosfera era di 280 ppm, solamente le eruzioni vulcaniche erano in grado di immettere sull'atmosfera grandi quantità di CO2.
Il grafico ( sotto ) mostra la relazione diretta tra la temperatura e l'anidride carbonica, che è stata resa nota attraverso l'effettuazione di trivellazioni nei ghiacci antartici: le
temperature andrebbero di pari passo all'aumento dell'anidride carbonica, le cui emissioni crescono a partire proprio dalla Rivoluzione Industriale.
Dopo la rivoluzione industriale(1780) anche l'uomo ha cominciato ad immettere sull'atmosfera CO2 attraverso i nuovi macchinari che lo aiutavano nei lavori di tutti i giorni.
Fino ad arrivare al 900, quando si è registrato un impennata registrando ai nostri giorni un livello di CO2 pari a 400ppm .
Altri gas serra sono: la CO2, che viene prodotta in tutti i processi di combustione, il metano, prodotto in grandi quantità nell'allevamento del bestiame (gas intestinali) e nella fermentazione delle sostanze organiche (ad esempio quando la componente umida dei rifiuti finisce in discarica), l'ossido nitroso (prodotto in agricoltura in seguito all'uso intensivo di fertilizzanti azotati, nonché nelle marmitte catalitiche delle automobili) e vari gas usati nell'industria, specialmente nella produzione di frigoriferi e condizionatori.
»»  Leggi tutto...»»  




sabato 27 settembre 2014

Creative Commons License

Stoccare la co2...seppellendola!

Ai nostri giorni il problema del surriscaldamento globale è arrivato a colpire anche i governi delle varie nazioni, per questo motivo, già da anni a questa parte, vengono stanziati miliardi di euro per la ricerca in questo ramo.
Come stoccare al meglio la co2?In Germania si cerca di iniettare sottoterra la CO2, in tutti gli altri Stati si studia nei laboratori come stoccarla senza tanti problemi.
L'idee che ci sono sono tante ma le soluzioni al problema ben poche.
Per ogni problema, che l'uomo si trova ad affrontare, dovrebbe sempre osservare come ha reagito la natura nel corso della storia ad un problema simile.
Vi potreste domandare e la natura che c'entra?come ha fatto a stoccare a CO2?
La natura, nei secoli che sono passati, attraverso i grandi cataclismi della storia, è riuscita a stoccare moltissima CO2;
per esempio quando esplode ed erutta un vulcano, la lava seppellisce sotto di sè tutto, compresi gli alberi che trova nel suo cammino. Tutta la CO2 che quegli alberi avevano catturato rimane per secoli e secoli intrappolata nel sottosuolo.
Perchè non imitare la natura?Vista la crisi economica che ci ha colpito, vista la grande disoccupazione, perchè non mettere un centro di stoccaggio e pagare le persone che vanno a pulire i boschi, per sotterrare le piante morte?oppure perchè non donare piccole piante alle persone , in modo che le possano far crescere, ed al momento che la pianta è sufficientemente grande, fare un cambio pianta matura-pianta giovane e dare un contributo a chi ha partecipato a pulire l'ambiente? Potreste pensare, è un'idea folle, eppure è l'idea meno dannosa per il futuro della nostra terra.
La mia idea è quella di creare, all'interno di una << gola >> naturale, un grande << centro di stoccaggio CO2 >> e nei dintorni della << gola >> piantare alberi a crescita veloce, come pioppi o salici, per redistribuirli a chiunque volesse partecipare alla pulizia ambientale. Arrivati ad una determinate soglia, sotterrare gli alberi morti ( o tagliati ) con della terra e crearci uno spessore tale da farci ricrescere le piante più giovani.
In mancanza di luoghi adatti si potrebbe acquistare un appezzamento di terreno, scavare per vendere terra (fare una specie di cava ) dopodichè trasportare le piante morte e seppellirle. In ogni appezzamento di terreno non coltivato, si dovrebbero mettere piante a crescita veloce.

Le piante, crescendo, formano una struttura solida intorno a loro che gli permette di crescere molti metri in poche decine di centimetri di circonferenza; questo è un vantagio perchè, una volta che l'albero X viene piantato, crescendo assorbirà CO2, dopo un certo tempo Y l'albero verrà abbattuto per far posto ad una pianta più giovane e quell'albero si metterà a giacere sotto terra. Mettiamo che la pianta X sia vissuta Y=20 anni in questo periodo avrà assorbito 15 tonnellate di CO2 ( per esempio ) una volta che la pianta sarà sotto terra quelle 15 tonnellate di CO2 saranno seppellite per sempre là sotto cioè stoccate senza crear problemi per il futuro prossimo. Perchè continuare solo ad osservare l'imminente fine della nostra Terra?Svegliamoci!!!

»»  Leggi tutto...»»